Select Page

Qui puoi scaricare la lezione in pdf

Si dice che la formazione del carattere sia il compito più importante mai affidato agli esseri umani. Nell’ora che segue esploreremo sia il nostro privilegio sia la nostra responsabilità nell’assomigliare a Cristo nel carattere. State con noi in questo momento importante per il rinnovamento personale in cui il pastore Stephen Wallace ci porterà “Di gloria in gloria”.

Bentornati, miei cari amici. Grazie per essere rimasti qui. Sono riconoscente per il privilegio di studiare con voi, e ho pregato sinceramente il Signore affinché ci guidasse e dirigesse nel prossimo studio di stasera. Speravo di arrivare un bel po’ oltre rispetto a dove siamo arrivati con i materiali che abbiamo distribuito, e quello che penso che dobbiamo fare è iniziare un altro argomento, in cima a pagina 49. Scrivete nella lezione numero 23 “Continui a santificarsi”.(Apo22:11)La lezione 22 era “Continui”cosa? “a praticare giustizia”.La lezione 23 inizia in cima a pagina 49 e la chiameremo: “Continui a santificarsi”. Non posso ancora abbandonare questo argomento, perché voglio definire per voi con accuratezza dalle Scritture e dallo Spirito di Profezia che cosa significhi la santità. E’ il nostro requisito essenziale per il cielo ma in cosa consiste la santità? Che tipo di esperienza avranno i redenti da Dio alla chiusura del tempo di grazia in modo che Dio possa dire loro: “Chi è santo, continui a santificarsi”? Quindi per favore, rivolgiamo la nostra attenzione a quello che continueremo a fare stasera. Ma prima di procedere, per cosa dobbiamo fermarci? …per invitare personalmente lo Spirito Santo a stare con noi. Vi inginocchiate con me? …mentre pregate per voi stessi, per favore ricordatevi di questo vostro fratello.

Padre nei cieli, ancora una volta veniamo qui e ancora una volta chiediamo, non perché pensiamo che Tu abbia bisogno di essere convinto, ma perché noi dobbiamo essere convinti. Siamo così inclini ad essere autosufficienti. Perdonaci per questo. Nel chiederTi, riconosciamo il nostro bisogno e per questo esercitiamo la nostra volontà; e in questo modo rendiamo possibile che Tu ci dia quello che desideri donarci, ma che non puoi farlo a meno che non te lo chiediamo. Ungici con il Tuo Santo Spirito in modo che lo studio della Tua Parola possa essere più che un mero esercizio intellettuale stasera. Fa’ che possa essere un’esperienza che cambia la vita. Vogliamo, Padre, non solo afferrare la verità con l’intelletto, vogliamo abbracciarla con l’affetto, e, cosa ancora più importante, vogliamo sottometterci volontariamente in modo da poterla sperimentare nelle nostre vite. Mediante il potere dello Spirito Santo, mentre Tu mi benedici nella conduzione di questo studio, e mentre benedici i miei fratelli e le mie sorelle che studiano con me, permettici di diventare più simili a Gesù mentre lo facciamo, questa è la nostra preghiera nel nome di Gesù. Amen.

“La santificazione, senza la quale nessuno vedrà il Signore” (Ebrei 12:14)dicono le Scritture, e miei cari amici, quando il Giudice che è anche nostro Avvocato… Tra l’altro, non è un pacchetto meraviglioso? Che il Giudice è anche nostro Avvocato? Apparentemente sembra poco giusto, ma grazie a Dio è così. Il nostro Giudice è il nostro Avvocato! Come ci si può sbagliare quando si ha un amico in tribunale così? …e ci ama così tanto da aver dato la Sua vita per noi. Quando il Giudice dice: “Chi è santo, continui a santificarsi”,quale esperienza sta ratificando? Ricordate che dice: “CONTINUI a santificarsi…”. Non è qualcosa che fa a noi a quel punto. E’ qualcosa che ha ci già fatto, e che ci garantisce per sempre da allora in avanti. Mi seguite su questo? Che cos’è la santificazione?

Beh, per favore sappiate che, ovviamente, ha a che fare con quello che avviene nella mente. Perché? “Come pensa nel suo cuore, così egli è…” (Proverbi 23:7)Perciò se vogliamo essere santi, dove dobbiamo esserlo? …nei nostri cuori, nelle nostre menti. Dobbiamo essere santi tra l’orecchio destro e il sinistro. Ecco perché Gesù dice: ” “Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio” (Mt 5:8). Volete vedere Dio? Lo faremo presto…nella gloria senza veli, e miei cari amici, se lo vorremo fare, dovremo essere come? …puri di cuore. Dobbiamo avere la santità dove conta davvero, nei cuori, e questo è un requisito essenziale per il cielo, e Cristo, quando dice: “Continui a essere santo”,sta dichiarando irrevocabilmente la nostra idoneità al cielo Come possiamo averla? …e cosa è coinvolto nell’avere questa idoneità?

Colossesi 2:9,e qui c’è un altro versetto, e li troviamo nelle Scritture, che legano inseparabilmente il titolo e l’idoneità – la giustificazione e la santificazione. Lo abbiamo visto prima, ma vedetelo ancora con me in questo contesto, “Perché in Lui abita corporalmente tutta la pienezza della Deità, e voi avete ricevuto la pienezza”dove? “in Lui essendo egli il capo di ogni principato e potestà”.Questo è il nostro diritto a stare con Dio, questa è la nostra giustificazione. Ma per favore, scusatemi, per favore notate che se abbiamo quella relazione in Lui e siamo completi in Lui, che cosa sperimenteremo ancora? Versetto 11: “nel quale siete stati anche”cosa? “circoncisi di una circoncisione fatta senza mano d’uomo, mediante lo spogliamento del corpo dai peccati della carne, ma della circoncisione di Cristo…”Oh, miei cari amici, questa è la santità che dobbiamo avere. Dobbiamo circoncidere completamente i nostri cuori, e separarli dalla nostra natura empia, Mi seguite?

Ricordate, l’ispirazione ci ha detto che possiamo avere cuori santi qui e ora, ma non possiamo avere carne santa qui e ora (2SM 32.1).Ma per favore sappiate che i nostri cuori risiedono in una sede carnale, perciò come possono essere santi se si trovano nella carne così empia? Devono essere completamente circoncisi. Ho sentito un “amen”? (Amen). Bisogna tagliare via tutti i legami con i desideri della carne. Questo è esattamente quello di cui parla Paolo in Romani 2:29. “…la circoncisione è quella del cuore, nello spirito, e non nella lettera”.Capite, c’è una circoncisione tipica che il popolo di Dio faceva nei tempi antichi, e tutti pensavano che fosse quello che li rendeva santi; ma c’è solo un tipo di circoncisione spirituale che da sola può renderci santi, ed è la circoncisione del cuore. Mi seguite?

Ora, questa circoncisione del cuore, miei cari amici, significa eliminare tutti i legami con i desideri della carne, persino e soprattutto a livello dei pensieri e dei sentimenti. Ascoltate come dice l’ispirazione al riguardo, Review and Herald, 24 aprile 1900: “Dobbiamo imparare da Cristo. Dobbiamo sapere cos’è per coloro che ha riscattato. Dobbiamo renderci conto che se crediamo in Lui è nostro privilegio partecipare alla natura divina, e scappare così dalla corruzione che c’è nel mondo a causa della concupiscenza. Allora saremo mondati dal peccato, da tutti i difetti del carattere. Non dobbiamo conservare nessuna propensione al peccato..”.”Non dobbiamo”cosa? “Conservare nessuna propensione al peccato”.Ora, aspettate un attimo. Ricordate quando abbiamo visto insieme -penso sia a pagina 47 in realtà- Counsels to Parents, Teachers and Students (Consigli ai genitori, insegnanti e studenti)in cima verso l’alto, pagina 20. “Ci sono tendenze al maligno ereditarie e coltivate che devono essere superate. Gli appetiti e le passioni devono essere messi sotto il controllo dello Spirito Santo. Non c’è fine alla guerra da questa parte dell’eternità”.

Quindi, se non dobbiamo conservare nessuna propensione al peccato, significa che dobbiamo essere liberi da tutte le propensioni al peccato in questa parte dell’eternità? No. Amici miei, non avremo carne santa fino a quando? …alla seconda venuta, “in un attimo, in un batter d’occhio” (1 Cor 15:52),“…trasformerà il nostro umile corpo, affinché sia reso conforme al suo corpo glorioso” (Fil 3:21). Ecco quando avremo la carne santa e questa carne santa non avrà nessuna propensione o tendenza verso il male, e non vedo l’ora di avere quella carne. Ma la nostra carne per natura, da questa parte, avrà propensioni al peccato. Quindi di cosa stiamo parlando qui quando ci viene detto: “Non dobbiamo conservare nessuna propensione al peccato…”? Ci viene detto, per favore cercate di capire, che non dobbiamo attaccarci ad esse o esaltarle nei nostri cuori. Ascoltate, diventa molto chiaro. Continuo a leggere:“Come membri partecipi della natura divina, le tendenze ereditarie e coltivate verso il male vengono eliminate da”cosa? “dal carattere”.Questa è la circoncisione del cuore. Tutte le nostre tendenze all’egoismo, noi, per grazia di Dio, possiamo imparare a rifiutarle istantaneamente e seriamente persino dove? …nei nostri pensieri. Ecco la circoncisione del cuore, e questa, miei cari amici, è la vera santità. Ho sentito un “amen”? (Amen). “Mentre partecipiamo alla natura divina, le tendenze ereditarie e coltivate verso il male vengono eliminate dal carattere, e diventiamo una potenza vivente per il bene. Apprendendo dal Maestro divino, prendendo parte ogni giorno alla Sua natura, collaboriamo con Dio nel superamento delle tentazioni di Satana. Dio opera e l’uomo opera, in modo che l’uomo sia una cosa sola con Cristo e Cristo una cosa sola col Padre”.

Ora, miei cari amici, per favore cercate di capire che la circoncisione del cuore non è un processo arduo e doloroso. Sì, può richiedere abnegazione, e certamente richiede uno sforzo perserverante e diligente. Ma il punto che devo sottolineare e su cui devo insistere, è che quando siamo motivati dall’amore di Cristo, non è più tanto un dovere, ma un cosa?. ..un piacere; e non è più tanto lasciar correre le cose che odiamo lasciar correre, ma è imparare ad attaccare e avviluppare i nostri cuori e le nostre menti e pensieri attorno a Lui che amiamo ogni giorno sempre di più. Amen? …E mentre le nostre menti e cuori, pensieri e sentimenti, sono attratti a Cristo, naturalmente lasceremo perdere tutte le cose della carne. Capite quello che ho appena cercato di spiegarvi? Che cosa dice Gesù? “Ed io quando sarò innalzato dalla terra”cosa? “attirerò tutti a me” (Gv 12:32).Miei cari amici, mentre contempliamo Cristo crocifisso, mentre contempliamo il Suo amore infinito, Egli diventerà sempre più attraente per noi… Ho sentito un “amen”? (Amen). …fino a che diventerà la nostra magnifica ossessione, e i nostri cuori, i nostri affetti, i nostri pensieri saranno tutti avviluppati su di Lui, e più i nostri pensieri e sentimenti sono attaccati a Lui meno saranno attaccati ai desideri della carne, e alle cose del mondo.

Come diceva la nostra canzone tematica? “Rivolgi gli occhi a Gesù, guarda il Suo volto meraviglioso, e le cose della terra diventeranno”cosa? “…stranamente sfuocate alla luce della Sua grazia e della Sua gloria”.Capite, più diventiamo appassionati della gloria, del carattere, di Dio, meno le cose del mondo ci sembreranno attraenti, così come le cose della carne. Quindi voglio che guardiate al lato positivo del processo di circoncisione del cuore. Non è tanto un distacco doloroso dalle cose della carne, e dalle cose del mondo, quando un gioioso attaccamento a Gesù. Ecco quando diventa davvero positivo e bello.

2 Corinzi 5:14-15 “Poiché l’amore di Cristo ci costringe…”.Vedete, qual è il potere motivante in questa circoncisione della carne? ….nel tagliare tutte le tendenze a indulgere verso se stessi e vivere per se stessi? Cos’è? È l’amore di Cristo! È l’amore di Cristo. “Poiché l’amore di Cristo ci costringe, essendo giunti alla conclusione che, se Uno è morto per tutti, dunque tutti sono morti e che egli è morto per tutti, affinchè quelli che vivono, non vivano più d’ora in avanti per ” chi? “…se stessi, ma per colui che è morto ed è risuscitato per loro”.Ma miei cari amici, quando ci rendiamo conto di quanto Cristo ci ami, Lo ameremo in risposta. In realtà, è l’unico modo in cui potremo amarLo. “Noi lo amiamo, perché egli ci ha amati per primo” (1 Gv 4:19).Ma per favore cercate di capire che più capiamo quanto Egli ci ha amati per primo, più Lo ameremo in risposta, e più ameremo Cristo, meno ameremo il peccato. Mi seguite?

Per favore, per favore riconoscete che se abbiamo una passione, allora, per il peccato, per i desideri della carne e le cose di questo mondo, è come una bandiera rossa luminosa che ci dice che non amiamo ancora Cristo come dovremmo. Capite, non possiamo amare Cristo e amare il mondo allo stesso tempo. Non possiamo. Perciò, se volete essere distaccati da tutti i legami naturali, per le cose della carne e le cose del mondo, dovete rafforzare il legame amoroso con Cristo, ogni giorno, ogni giorno. Signs of the Times (Segni dei Tempi), 8 luglio 1897.State attenti qui: “…e quando sarò innalzato dalla terra, attirerò tutti a me”. Ci si pone la domanda: “Perché allora non tutti sono attirati a Cristo?”. Succede perché non vengono perché non scelgono di uccidere l’egoismo, perché vogliono, come Giuda, mantenere la loro individualità, i tratti naturali e coltivati del carattere. Anche se viene loro offerta ogni opportunità, ogni privilegio, non rinunceranno alle tendenze che se non vengono eliminate dal carattere, li separeranno da Cristo”.Per favore state attenti! “Se, continuando ad esaltare questi tratti del carattere, fossero ammessi al cielo, causerebbero una seconda ribellione”.Wow! C’è così tanta verità in questo, miei cari amici. Riflettiamoci insieme per favore.

Prima di tutto, riconosciamo che se non togliamo questi legami coi desideri carnali dal nostro carattere, dai nostri cuori… ricordate che è quello che passa nel cuore che vi rende ciò che siete, e che comprende i pensieri e i sentimenti. Quindi, se non togliamo, nell’ambito dei nostri pensieri, tutti i legami con i desideri della carne, se rimaniamo attaccati anche solo a un desiderio, non saremo più idonei ad andare in Paradiso. Devo dirvelo chiaro e tondo, miei cari amici, per favore. Capite, quando Dio si occuperà dei peccati questa seconda volta, lo farà in modo da assicurarsi che non, cosa? …ricompaiano più (GC394.1).Ci siamo tutti?

Ora, come farà a fare in modo che il peccato non ricompaia più? Lo farà riscrivendo la mente umana? …E eliminando il nostro libero arbitrio? …e assicurandosi in ogni modo che nessuno scelga più di ribellarsi contro di Lui ancora una volta perché farà in modo che sia impossibile per noi? E’ questo il modo in cui farà scomparire il peccato per sempre? No, assolutamente no. Miei cari amici, i redenti sono liberi in realtà, sono anche più liberi di quanto non lo siano mai stati. Hanno il libero arbitrio, e tecnicamente, tecnicamente potrebbero scegliere di ribellarsi contro Dio. Potrebbero scegliere il peccato, ma non lo faranno mai. Perché? Perché? Perché durante il periodo di prova, sono arrivati a un punto in cui amano Dio così tanto e odiano così tanto il peccato che preferirebbero volentieri cosa? …morire che avere a che fare con il peccato; e ci si può fidare solo di un popolo così per affidargli l’eternità perché anche se tecnicamente potrebbe far nuovamente insorgere la ribellione del peccato, non lo farà mai. Amen? (Amen). Non lo farà mai, e tra l’altro, per favore sappiate che Dio è responsabile per la felicità di tutti gli esseri non caduti, senza peccato dell’universo, ed essi, vi assicuro, sono preoccupati di chi riceverà la vita eterna, no? Quindi Egli può portare in Cielo solo chi ha il cuore completamente circonciso. Ha senso per voi?

Perché, capite, quando verrà, capite questo: porterà via quella natura corrotta, infima, chiamata carne, vero? Cambierà questo “vile corpo, e lo conformerà al Suo corpo glorioso” (Fil 3:21).Ma può farlo…? Può rimuovere la restante natura infima chiamata carne e rimpiazzarla con un corpo glorioso se esaltiamo ancora anche solo un desiderio carnale? Può rimuoverla senza violare il nostro libero arbitrio? Vedete cosa sto cercando di spiegarvi qui? Se rimango attaccato anche solo a un peccato – è tutto quello che ci vuole, ne basta uno solo -se rimango attaccato ad esso, quando viene il momento di farci togliere questo vile corpo, “in un attimo, in un batter d’occhio”Gesù può, Dio può togliermelo senza violare la mia volontà? Può? No, caro fratello, cara sorella, io scelgo di rimanere attaccato, e se voi ed io scegliamo di rimanere attaccati ad esso, dovremo essere distrutti insieme ad esso. Ho sentito un “amen”? (Amen). Per favore, per favore, siate onesti con voi stessi su questo. Non giocate con voi stessi su questo. Tutto quello che serve è l’esaltazione di un solo peccato (COL 316.2)per rendere chiaro a Dio che non volete rinunciarvi, e se insistete a rimanere attaccati ad esso, avrete scelto di essere distrutti con esso. So che può essere un boccone amaro da inghiottire, ma per favore cercate di capire che vi sto dicendo la verità.

Per favore cercate di capire che vi sto dicendo la verità. Dio non rimuoverà la vostra natura carnale, e non la rimpiazzerà con un corpo glorioso, a meno che il vostro cuore non sia pienamente circonciso, e voi, per amore di Cristo, non Gli abbiate permesso di eliminare tutti i legami con i desideri carnali; e per favore notate che questa circoncisione del cuore, non avviene alla glorificazione, avviene prima della glorificazione… esattamente per il motivo che vi ho appena spiegato. Dio non può eliminare “in un attimo, in un batter d’occhio”,che è ciò che sarà la glorificazione, la natura carnale, a meno che non Gli abbiate già permesso di eliminare tutti i legami con essa -tutti. God’s Amazing Grace (La grazia straordinaria di Dio) pagina 243:Crediamo senza dubbio che Cristo verrà presto”.Speravo di sentire un “amen” laggiù. Vi darò un’altra possibilità: “Crediamo senza dubbio che Cristo verrà presto”.(Amen) Bene. “Non è una favola per noi, è la realtà… Quando verrà non sarà per purificarci dai peccati. per rimuovere i difetti del nostro carattere, o per curare le infermità del nostro temperamento e delle nostre inclinazioni. Se avrà funzionato, questo lavoro sarà stato portato a termine prima del tempo. Quando il Signore verrà, coloro che sono santi”cosa? “continueranno a santificarsi”. “Chi ha conservato il corpo e lo spirito in santità nella santificazione e nell’onore, allora riceverà”cosa? “…il tocco finale dell’immortalità. Ma chi è empio, non santificato e immondo rimarrà così per sempre. Non verrà fatto nulla per loro per rimuovere i loro difetti e dare loro caratteri santi. Il Rifinitore non si siederà per proseguire il processo di rifinitura e rimuovere i peccati e la corruzione. Questo sarà fatto durante le ore della prova. E’ adesso che si deve fare quel lavoro per noi”.Amen, fratelli e sorelle? Quando? Adesso. La glorificazione è solo cosa? “…il tocco finale”.La conferma finale di una vita trasformata di gloria in gloria in gloria: cresceremo sempre più pienamente a piena somiglianza di Cristo, imparando a sottomettere i pensieri sempre più coerentemente all’obbedienza di Cristo, e rifiutando di indulgere ai desideri della carne; persino nell’intimo della nostra immaginazione, fino a che riceveremo finalmente il sigillo, e allora “in un attimo, in un batter d’occhio”,saremo glorificati.

Vedete, come dice Isaia 60,e questo è stato un brano fondamentale per noi poco fa in questo seminario. Versetto 7 “Renderò glorioso il tempio della Mia”cosa? “della Mia gloria”.Chi si candida per la gloria? Coloro che hanno permesso che il carattere di Cristo fosse ripristinato in loro. Vedete, siamo stati creati per essere il tempio di Dio e glorificare Dio con il corpo e lo spirito, che sono Suoi, vero? (1 Cor 6:19-20)….e mentre impariamo con la grazia a essere trasformati di gloria in gloria per riflettere la Sua gloria nel culmine delle nostre capacità danneggiate dal peccato nel nostro corpo tempio, diventiamo il tempio della Sua gloria; e Lui cosa farà? Renderà glorioso il tempio della Sua gloria. Finirà il processo “in un attimo, in un batter d’occhio”, con la redenzione del corpo, e ci darà un corpo, un corpo glorioso, come il Suo.

Oh, lo desidero tanto! Oh, lo desidero tanto. Non so che tipo di corpo sarà, ma, sapete, la serva del Signore ci dice che Egli ne sarà compiaciuto. Ci darà un corpo di cui Egli si compiacerà (Mar 301.1)e questo mi rallegra nell’intimo perché è mia passione e mio desiderio compiacere con tutto me stesso Gesù e la prospettiva di avere un corpo che lui mi darà che Lo compiacerà mi rallegra, mi rallegra. C’è una frase che vorrei condividere con voi. E’ piuttosto lunga, ma così significativa e riguarda la circoncisione del cuore, e questa santità che dobbiamo avere. Ho messo quella sbagliata. Si trova nel Gran Conflitto, ma non a pagina 425, si trova a pagina 487, e voglio condividerla con voi. Ma fate un appunto lì, Grande Conflitto, 487,ve la leggo dal libro. E’ molto significativa ed è importante da capire. Per favore ascoltate attentamente, vi ho detto all’inizio di questo studio che ci atterremo molto molto strettamente a quello che dice il Signore, in modo da essere sicuri che rimaniamo sulla strada retta e stretta della verità. Cito: “Mentre il nostro Sommo Sacerdote compie la sua opera di propiziazione in nostro favore, noi dobbiamo cercare di raggiungere la perfezione in Cristo. Il nostro Salvatore non ha mai ceduto alla tentazione neppure con un solo pensiero”.“Neppure con” cosa? “Con un solo pensiero…”.“Satana, invece, trova sempre nei nostri cuori qualche punto debole che gli consente di penetrarvi. Un desiderio negativo accarezzato…”pausa. Qual è il problema qui? Non siamo circoncisi in quest’area, no? Siamo attaccati al desiderio della carne. Non ce ne siamo distaccati per amore di Cristo. Amiamo ancora il peccato, ma torniamo alla nostra citazione: “Satana, invece, trova sempre nei nostri cuori qualche punto debole che gli consente di penetrarvi. Un desiderio negativo accarezzato, dà potenza alle sue tentazioni. Il Cristo parlando di se stesso disse: “….viene il principe di questo mondo, Ed esso non ha nulla in me” Gv 14:30. Satana non poté trovare nulla nel Figlio di Dio che gli permettesse di conseguire la vittoria. Gesù aveva osservato i comandamenti del Padre e in lui non c’era nessun peccato, di cui Satana potesse servirsi a proprio vantaggio. Questa è la condizione in cui devono essere trovati coloro che vivranno nel tempo di distretta'”.

Ora, per favore, cercate di capire, c’è il peccato in noi. C’è “il peccato mortale…”fino a quando? “…alla glorificazione”.Questo non significa che ci debba essere del peccato in noi che Satana possa usare a proprio vantaggio. Perché se i nostri cuori sono pienamente circoncisi, anche se abbiamo ancora desideri carnali che Satana cercherà di risvegliare, istantaneamente e coerentemente li rifiuteremo, e sottometteremo i pensieri all’obbedienza di Cristo (2 Cor 10:5)per amore di Cristo, nella potenza dello Spirito Santo. Questa è la vittoria, questa è una vittoria importante. Avete capito? Questa, miei cari amici, è l’esperienza che possiamo e dobbiamo avere, arrivando al punto in cui amiamo Cristo così tanto da rifiutare istantaneamente e coerentemente la tentazione, sottomettendo i nostri pensieri a Lui. Continuo a leggere: “E’ in questa vita che dobbiamo separarci dal peccato mediante la fede nel sacrificio espiatorio del Cristo. Il nostro amato Salvatore ci invita ad avvicinarci a Lui, a unire la nostra debolezza alla sua forza, la nostra ignoranza alla sua sapienza, la nostra indegnità ai suoi meriti. La vita cristiana è la scuola in cui si impara la mansuetudine e l’umiltà di Gesù. Il Signore non ci indica la via che sceglieremmo noi perché ci sembra la più facile e la più piacevole, ma quella che conduce al vero traguardo della vita. Sta a noi collaborare con gli agenti celesti affinché ci aiutino a rendere i nostri caratteri conformi al modello divino. Trascurare o differire quest’esperienza significa esporsi a un gravissimo pericolo”.Fine della citazione.

Oh, fratelli, sorelle, per favore non ritardate la circoncisione del cuore. Per favore no! Sì, la circoncisione sarà dolorosa, ma miei cari amici, vi assicuro che la gioia che sperimenterete permettendo a Gesù di eliminare tutti i legami con le cose della carne e con le cose del mondo, renderà la sofferenza per la circoncisione così relativamente insignificante che non ve la ricorderete nemmeno. Capite “Le sofferenze non sono da eguagliarsi”a cosa? “alla gloria” (Rom 8:18).Ho sentito un “amen”? (Amen) ..e cos’è la gloria? “Il carattere”, vero? …e mentre lavoriamo con Cristo, per amore di Cristo, con la forza dello Spirito di Cristo, e impariamo a sottomettere i pensieri, i sentimenti, il nostro carattere, sempre più coerentemente allo spirito della legge, e impariamo sempre più istantaneamente a evitare di indulgere ai desideri della carne, sì, ci saranno delle sofferenze, abnegazione e sacrificio, ma la sofferenza non sarà eguagliabile alla gloria,e non sto parlando solo della gloria futura. Sto parlando anche della gioia e della felicità della santificazione qui e ora.

Per favore sappiate che il solo modo in cui ognuno di voi sarà felice è imparare a essere santo! …e la santità deve essere raggiunta qui. “Come pensa nel suo cuore, così egli è (Proverbi 23:7).Quindi, sì, c’è c’è un po’ di sofferenza e di fastidio nel negare se stessi, ma vi assicuro che sarà più che compensato sia nel tempo che nell’eternità, dalla gioia e dalla felicità che vengono dalla santità e dalla somiglianza a Dio. Per favore, sappiatelo, per favore, sappiatelo. L’obiettivo: l’obiettivo del vangelo è di farci arrivare al punto in cui i nostri cuori saranno pienamente circoncisi, amici miei. Tutti i pensieri e i sentimenti saranno privati del loro naturale legame con le cose della carne e con le cose del mondo, e saranno tutti avvolti e assorbiti e appassionati e ossessionati da Gesù Cristo. Questo è l’obiettivo del vangelo, trasformarci mediante il rinnovamento della mente (Rom 12:2)per prendere le persone che per natura amano il peccato e odiano Dio, e renderle persone che sovrannaturalmente odieranno il peccato e ameranno Dio, amen? Ecco cosa fa il vangelo.

E’ la “potenza di Dio per la salvezza” (Rom 1:16).Ci salva non solo dalla pena del peccato ma ci salva anche dal potere del peccato, e dobbiamo sperimentare quel potere nelle nostre vite. 1 Gv 2:1 “Figlioletti miei, vi scrivo queste cose affiché non” cosa? “pecchiate”.Ecco l’obiettivo, smettere di peccare. Ecco perché è stato scritto tutto il vangelo, e Giovanni che ha scritto questo è colui che scrive le più belle storie del vangelo, nel libro di Giovanni – secondo me almeno, amo il libro di Giovanni- e dice: “Figlioletti miei, vi scrivo queste cose affinchè” cosa? “Non pecchiate” (1 Gv 2:1).Tutto lo scopo del vangelo è di liberarci dal legame tirannico col peccato, con l’ego e con Satana. Ma notate quello che aggiunge con grazia “…e se pure qualcuno ha peccato, abbiamo”cosa? “…abbiamo un avvocato presso il Padre: Gesù Cristo il giusto”e in Gv 1:9 “Se confessiamo i nostri peccati, egli è”cosa? “…fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità”.

Ma miei cari amici, per favore cercate di capire una cosa qui. Voi ed io dobbiamo sperimentare pienamente il potere trasformante del vangelo in modo da arrivare al punto che preferiremo morire che peccare. Perché? Perché non avremo sempre un Sommo Sacerdote a cui confessare i nostri peccati e da cui ricevere perdono. Questo è un concetto importante da capire. Capite, quando Gesù Cristo smette il Suo ministero di Sommo Sacerdote non c’è più nessuno a cui possiamo confessare di aver volontariamente commesso dei peccati. Ci siete? Ecco perché, miei cari amici, dobbiamo arrivare al punto in cui smettiamo di commettere volontariamente dei peccati e dobbiamo arrivare a quel punto prima che Gesù smetta il suo ministero di Sommo Sacerdote. Selected Messeges (Messaggi Selezionati) volume 1, pagine 343-344:Per favore cercate di capire la verità importante qui: “Cristo Gesù è rappresentato sempre accanto all’altare, mentre offre momentaneamente il sacrificio per i peccati del mondo. Egli è un ministro del vero tabernacolo che il Signore ha fatto, non l’uomo. Il sacrificio di espiazione attraverso un mediatore è essenziale a causa di”cosa? “…del fatto che commettiamo costantemente peccati”.Perché il sacrificio di espiazione è essenziale sempre? …a causa di cosa? “…del fatto che commettiamo costantemente peccati”.

Miei cari amici, Gesù Cristo deve avere un popolo che, per amor Suo, non commette più peccati volontari. Quando Gesù ha un popolo del genere, può accantonare le Sue vesti da sacerdote, e venire a portarci a casa. Capite? Dio ci aiuta ad essere un popolo così. Giuda 24: “Or a colui che può salvaguardarvi da ogni caduta, e farvi comparire davanti alla sua gloria, irreprensibili e con grande gioia”.Il nostro Sommo Sacerdote vuole darci più del solo perdono per le nostre cadute e inciampi. Vuole aiutarci a non inciampare e cadere mai più, addirittura. Ho sentito un “amen”? (Amen) Capite, abbiamo visto prima, come dice Giovanni: “Chiunque è nato da Dio non”cosa? “commette peccato” (1 Gv 3:9)Ma in greco è al presente, tempo attivo. Cioè dice letteralmente: “Chiunque è nato da Dio non”cosa? “Continua a commettere peccati”.Ma coloro che sono nati da Dio a volte commettono ancora peccati. Inciampano e cadono per la mancanza di vigilanza e preghiera. Che in greco è al tempo aoristo, ed è ciò che Giovanni dice quando dice: “Se pure qualcuno ha peccato, abbiamo” cosa? “un avvocato presso il Padre” (1 Gv 2:1).Se veniamo colti di sorpresa e inciampiamo e cadiamo, perché sapete, non amiamo davvero Gesù come dovremmo, o se abbiamo distolto gli occhi da Lui, o, sapete, siamo stati colti di sorpresa, allora, grazie a Dio, abbiamo un Avvocato, possiamo confessarlo.

Ma Lui vuole portarci a quel livello di maturità in cui siamo così innamorati di Lui e così dipendenti da Lui, da permetterGli di evitarci di inciampare e cadere. . Amen? (Amen). E’ in grado di evitare persino di farci inciampare e cadere! Ci credete, amici miei? Prego di sì, e questa è l’esperienza, il livello di maturità che dobbiamo avere. Questo è il livello di maturità che dobbiamo avere. Testimonies (Testimonianze), volume 5, pagina 53. “Persino un solo tratto sbagliato del carattere, un desiderio di peccato esaltato, neutralizzerà alla fine tutto il potere del vangelo”.Questa è una frase seria, miei cari amici! So che alcune di queste cose potrebbero non essere accettate prontamente o positivamente da alcuni qui, ma devo condividerle lo stesso. “Persino un solo tratto sbagliato del carattere, un desiderio di peccato esaltato, neutralizzerà alla fine tutto il potere del vangelo”.

Il vangelo è la potenza di Dio per la salvezza (Rom 1:16)per salvarci non solo dalla pena del peccato ma dal suo potere, e se rifiutate di lasciare che il vangelo vi liberi dal potere del peccato, vi rifiutate di lasciare che il vangelo vi liberi dalla pena del peccato. Neutralizzate la potenza del vangelo esaltando anche un solo peccato. Continuo a leggere: “La prevalenza di un desiderio di peccato mostra la delusione dell’anima. Ogni indulgenza verso quel desiderio rafforza l’avversione dell’anima a Dio. I dolori del dovere e i piaceri del peccato sono le corde con cui Satana lega gli uomini alle sue trappole. Coloro che preferirebbero morire che fare qualcosa di sbagliato sono coloro che saranno fedeli”.Ma cosa usa Satana per allontanarci da quell’esperienza? “i dolori del dovere e i piaceri del peccato”.Ma miei cari amici, per favore, sappiate che il potere di Satana, che usa i dolori del dovere e i piaceri del peccato, per tenerci legati al peccato, si interrompe se arriviamo ad amare Gesù Cristo. Perché, vedete, più Lo amiamo, più il dovere non è più dovere, è cosa? Un piacere. Non sono i dolori del dovere e i piaceri del peccato, è il piacere del dovere e il dolore del peccato. Ho sentito un “amen”? (Amen) Perché, vedete, più amate Cristo, più vorrete compiacerGli, e più troverete delizia nel farlo, e più vi farà male farGli del male, e sapete che il peccato Gli fa male! Quindi il peccato diventa doloroso per voi perché fa del male a Gesù.Ha senso per voi? Ma questa è tutta la nostra esperienza solo se cresciamo nell’amore con Gesù. Se cercate di avere il cuore circonciso senza amare davvero Gesù, è un processo estremamente doloroso. In realtà non succederà, non può succedere. Dovete crescere nell’amore con Gesù.

Ora c’è un altro concetto che voglio sviluppare velocemente qui, che riguarda questo concetto della fine del tempo di grazia e la cessazione del ruolo di mediatore di Cristo. C’è molto che possiamo imparare dall’esperienza di Noè. In realtà che cosa ha detto Gesù? Matteo 24:37, “Ma come fu ai giorni di Noè, così sarà anche alla venuta del Figlio dell’Uomo”.Ora ricordate, vero, che Noè e la sua famiglia andarono nell’arca e dopo che furono entrati cosa accadde? La porta si chiuse. Chiusero loro la porta? No. La porta fu chiusada chi? Da Dio (Gen 7:16).Ora, per favore, cercate di capire una cosa. Dopo che furono entrati, la porta rimase aperta per un po’. Che cosa stava facendo Dio? Stava indugiando con misericordia, aspettando altri che avessero scelto di entrare. Seguite? Ma quando fu chiaro che proprio nessun altro voleva entrare, che cosa fece Dio? Chiuse la porta. E’ importante? Oh, è molto importante, miei cari amici. Capite, la porta della grazia sta per chiudersi, ma Dio indugia con grazia, e la lascia aperta. Perché?

Ce lo dice Pietro: “Dio non vuole che alcuno perisca, ma che tutti vengano a ravvedimento” (2 Pt 3:9).Ora, capite che quando, tuttavia, la razza umana arriva al punto in cui è così indurita nei confronti dell’amore attraente di Cristo e resistente, e quindi così attaccata al desiderio della carne e alle cose del mondo, che non giungerà mai al ravvedimento, indipendentemente da quello che Dio ha fatto, tranne con la forza, e Dio non forzerà mai nessuno, allora a causa della sua scelta finale e irrevocabile, cosa farà Dio? …chiuderà la porta, Dio chiuderà la porta.

Capite, voglio che capiate che la fine del tempo di grazia non è una cosa arbitraria che Dio ha stabilito, solo a un punto prestabilito nel tempo dirà: “Ok,il tempo di grazia è finito”, e se avesse aspettato cinque minuti in più allora qualcuno sarebbe giunto al ravvedimento e si sarebbe convertito. Credevo fosse così, ma miei cari amici, è incompatibile col fatto che “Dio non vuole che alcuno perisca, ma che tutti”cosa? “…vengano a ravvedimento” (2 Pt 3:9).Perché quando finirà il tempo di grazia, chiunque non sarà nell’arca, cosa farà? …morirà, e il mondo non sarà purificato dall’acqua, ma sarà purificato col fuoco (2 Pt 3:10-12). Quindi quando si chiude la porta, chinuque non è dentro morirà e visto che “Dio non vuole che alcuno perisca, ma che tutti giungano a ravvedimento”,insisto nel dire che quando si chiuderà la porta, sarà perché nessuno giungerà a ravvedimento se anche rimanesse aperta per sempre. Mi seguite? Ecco perché la fine del tempo di grazia non sarà una cosa arbitraria. E’ determinata dalla razza umana quando tutti, per favore sappiatelo, tutti avranno irrevocabilmente preso una decisione.

Ecco perché, tra l’altro, ci sono solo due verdetti. “Chi è iniquo o ingiusto continui”cosa? ” a essere ingiusto. Chi è immondo continui a essere immondo Chi è giusto continui a praticare giustizia. Chi è santo continui a santificarsi”e non dice: “Chi è indeciso continui a rimanere indeciso”.Vero? (No) Perché no? Perché nessuno sarà indeciso. Tutti avranno preso una decisione irrevocabile, ed è il motivo esatto per cui tutti avranno o il sigillo o cosa? …il marchio. Capite perché sto spiegandovi questo? È chiaro? Il sigillo sarà così pieno di verità che preferiremo morire che peccare consapevolmente. Il marchio sarà così pieno di peccato che preferiremo morire che obbedire, e Dio dovrà lasciare che prendiamo la nostra decisione finale, e la porta sarà cosa? …chiusa. Per favore, voglio che siate dentro l’arca quando accadrà, fratelli, sorelle. Per favore, assicuratevi di essere nell’arca quando accadrà. L’arca è Gesù Cristo.

Conflict and Courage (Conflitto e Coraggio) pagina 39: “La misericordia aveva cessato di supplicare per la razza colpevole. Le bestie del campo e gli uccelli dell’aria erano entrati nei loro rifugi. Noè e la sua famiglia erano nell’arca …e il Signore lo aveva chiuso dentro’. La porta massiccia, impossibile da chiudere dall’interno, stava prendendo lentamente posizione mossa da mani invisibili. Noè era chiuso dentro, e chi aveva rifiutato la misericordia di Dio era chiuso fuori. Il sigillo del Cielo era su quella porta, Dio l’aveva chiusa e Dio solo poteva aprirla. Quindi, quando Cristo smetterà di intercedere per gli uomini colpevoli, prima della Sua venuta sulle nuvole del cielo, la porta della misericordia sarà chiusa. Poi la divina grazia non bloccherà più il male, e Satana avrà pieno controllo di coloro che avranno rifiutato la misericordia. Cercheranno di distruggere il popolo di Dio, ma come Noè era chiuso nell’arca, così i giusti saranno protetti dalla potenza divina”.Amen?

Oh, fratelli, sorelle, quando finirà il tempo di grazia, saremo chiusi in Cristo e Cristo in noi e saremo una cosa sola e inseparabile con Lui, una cosa sola e inseparabile con Lui, e quando siamo nell’arca siamo al sicuro, e vi dirò, amici miei, che sarà assolutamente obbligatorio essere nell’arca quando finirà il tempo di grazia. Perché quando finirà il tempo di grazia, la potenza, la potenza di Dio che blocca, mediante l’influenza del Suo Spirito Santo sul pianeta terra,sarà cosa?..rimossa, e letteralmente tutto l’inferno irromperà nel pianeta terra, e istantaneamente vedremo quello che è successo alla natura umana, nella sua bruttezza dura e cruda. Non ci sarà più un’influenza che bloccherà, e tra l’altro, Dio ci da, credo, Dio ci sta dando un’idea di questo in quello che accade in posti come il Rwanda, la Yugoslavia, dove l’inumanità umana verso gli altri uomini è messa in luce e si vedono uomini, posseduti da demoni, che si fanno a pezzi l’un l’altro. Miei cari amici, quelle sono solo delle immagini di quello che tutta la razza umana sarà quando finirà il tempo di grazia, e lo Spirito Santo sarà tolto dal pianeta terra; …tutta la razza umana; e all’improvviso tutti noi ci renderemo conto di quanto eravamo incredibilmente in debito nei confronti dell’influenza dello Spirito Santo che blocca, una volta che verrà rimosso; e vi dico, gente, che sarà davvero davvero importante essere nell’arca quando accadrà.

Early Writings (Primi Scritti) pagina 43: “Satana userà ogni mezzo al tempo del sigillo per distogliere la mente del popolo di Dio dalla verità attuale, per portarla a dubitare. Vidi una copertura”grazie a Dio! “Vidi un manto che Dio stava gettando sul Suo popolo per proteggerlo nel momento dei guai e ogni anima decisa per la verità e pura di cuore veniva coperta con il manto dell’Onnipotente”.Vale lo stesso per noi. Amen? Sì, ha smesso il ministero di Sommo Sacerdote, ma ci protegge ancora. Capite, non intercede più per noi per quanto riguardano i nostri peccati e la confessione dei nostri peccati, perché, per amore di Cristo, abbiamo finito quel periodo. Non commettiamo più nessun peccato conosciuto. Preferiremmo morire che farlo, quindi non deve più continuare a esercitare quell’aspetto dell’intercessione. Ma sono qui per dirvi che sta ancora intercedendo per la nostra protezione, …per la nostra protezione. Ecco perché in Ebrei 7:25 “per cui egli può anche salvare appieno coloro che per mezzo suo si accostano a Dio, vivendo egli”cosa? “….vivendo egli sempre per intercedere per loro”.E la frase successiva sottolinea come egli viva per intercedere per noi.

Oh, fratelli, sorelle, vi prego, per amor vostro e per amore di Cristo, durante questi attimi di indugio, questi giorni di indugio nel tempo di grazia, per amore di Cristo, lasciate che circoncida il vostro cuore, lasciate che tagli tutti i legami con la carne, e lasciate che vi renda santi, che possa dire di voi non solo “Chi è giusto, continui a praticare la giustizia”,ma che possa anche dire: “Chi è santo continui a santificarsi”.Preghiamo?

Padre nei cieli, Ti ringrazio così tanto che la Tua grazia basta non solo per giustificare ma anche per santificare, non solo per farci annoverare tra i giusti, ma per farci santi, non solo per darci il titolo per il cielo, ma aiutaci ad avere anche l’idoneità per il cielo, e Ti prego, Padre, perché alla fine del tempo di grazia possiamo trovarci con un cuore completamente circonciso, e essere santi di carattere in modo che Cristo possa dire di noi “Colui che è santo, continui a santificarsi”. Questa è la mia preghiera nel nome di Gesù. Amen. Che Dio vi benedica, miei cari amici, grazie mille.


Se desideri, puoi far scorrere la trascrizione e leggerla mentre guardi il video. Se interrompi il tuo studio ad un dato minuto e hai perso il punto della trascrizione, digita semplicemente con il CTRL-F (APPLE-F) le ultime parole sentite. La ricerca ti porterà esattamente in quel punto.

Email, Print, Bookmark, or Share
  •  
  •   
  •  
  •  
  •  
0

Your Cart