Select Page

Qui puoi scaricare la lezione in pdf.

Si dice che la formazione del carattere sia il compito più importante mai affidato agli esseri umani. Nell’ora che segue esploreremo sia il nostro privilegio sia la nostra responsabilità nell’assomigliare a Cristo nel carattere. State con noi in questo momento importante per il rinnovamento personale in cui il pastore Stephen Wallace ci porterà “Di gloria in gloria”.

Amo le parole di quella semplice canzone che dice: “Rivolgi i tuoi occhi a Gesù, guarda appieno il Suo meraviglioso volto, e le cose terrene sfumeranno stranamente sempre di più alla luce della Sua gloria e grazia”.Quanta verità c’è. Man mano che ci innamoriamo della gloria, il carattere di Dio ci viene rivelato nel volto di Gesù e meno ci innamoriamo delle cose di questo mondo, fino a che non diventano stranamente sbiadite, e non esercitano più nessuna attrattiva su di noi. Amen? (amen) Ma come vi abbiamo già avvertito prima, devo avvertirvi di nuovo in questo speciale contesto del nostro studio. Se rivolgete gli occhi alle cose di questo mondo, vi innamorerete sempre di più di esse. E il volto di Gesù diventerà sempre più sbiadito fino a che alla fine non avrà più nessuna attrattiva. Ed è esattamente quello che sta cercando di fare il diavolo. Capite, il diavolo sa esattamente quanto Gesù sia attraente, e fa assolutamente tutto quello che può per evitate che scopriamo questa attrattiva per essere attirati da Lui. Per favore non permettetegli di avere successo con voi, amici miei.

C’è qualcosa che devo condividere con voi in questo studio e che è un peso insostenibile per me, è da anni un peso insostenibile. E’ un peso speciale a causa della mia esperienza personale, e del fatto che ho visto che ci sono molti altri che sono stati influenzati negativamente come me. Man mano che ho contemplato la gloria e sono arrivato a riconoscere quanto sia bello Gesù, in assoluto, oltre ogni descrizione, e ho sperimentato un amore crescente e un’adorazione per Lui, e proporzionalmente un disincanto nei confronti di tutto quello che offriva il mondo, mi sono chiesto perché mi ci sia voluto così tanto per arrivare a questo tipo di relazione con Lui e per avere questo tipo di esperienza con Lui. E sono arrivato a capire la motivazione.

Miei cari amici, per favore, perdonatemi se mi appassiono troppo in questo studio. In realtà, potrei persino diventare davvero arrabbiato, ma voglio assicurarvi che non lo sono, sono solo sincero. Ma mi arrabbio e spero sia un’indignazione giustificata, quando mi rendo conto del danno che il nemico sta facendo nel nostro popolo con la più mortale di tutte le sue armi del suo intero arsenale. Forse avete già capito di cosa sto per parlarvi.

Prima di andare avanti, voglio che preghiate con sincerità che il Signore mi aiuti a presentare la verità con chiarezza, in modo da convincere le coscienze che devono essere convinte, in modo da convincere le menti che devono essere convinte, in modo da catturare i cuori che devono essere catturati, in modo da conquistare le volontà che devono essere conquistate, e in modo da convertire le vite che devono essere convertite. Per favore preghiamo con sincerità per l’effusione dello Spirito Santo, non solo su di me, in modo che io possa dire la verità e solo la verità, con la forza dello Spirito di Verità e per conto di Colui che è la Verità, ma perché anche voi vogliate ricevere la verità, e che possiate essere liberati e santificati dalla libertà. Non so se è abitudine personale di qualcuno qui, che sarebbe un vantaggio, perché io parlo molto apertamente e nessuno può pensare che ce l’abbia con voi, perché non so a che punto siete in questo percorso che sto per fare. Ma miei cari amici, di nuovo, non risentitevi se parlo candidamente e in modo aperto come devo fare per questo tema, lo faccio perché vi voglio bene, E anche se non vincerò nessuna gara di popolarità, per aver condiviso con voi quello che condividerò, va bene lo stesso. Va bene lo stesso, non sono qui per vincere gare di popolarità. Sono qui per dirvi quello che dovete sentire, sia che vogliate accoglierlo o meno. Preghiamo.

Padre nei cieli, per favore prenditi carico di tutto quello che verrà detto e fatto nella prossima ora. Che io possa dire la verità, che io possa dire quello che vuoi che dica. Che io possa dirlo nel modo in cui Tu vuoi che lo dica, anche se potrebbe far risentire profondamente qualcuno Per favore Padre, aiutami ad amare abbastanza questi fratelli e sorelle da parlare in modo diretto e candido di uno degli strumenti di maggior successo del diavolo nell’evitare che diventiamo testimoni efficaci del re, o cittadini idonei per il Regno. Dai a ognuno di noi uno spirito che apprenda facilmente e se qualcuno dovesse cambiare in questi ambiti, per favore, per amore di Cristo, che sia desideroso di farlo. Questa è la mia preghiera nel nome di Gesù, amen.

Stiamo per affrontare il tema della dieta mentale. Siamo arrivati a riconoscere che quello di cui nutriamo la mente determina direttamente il carattere che formiamo. o, per usare una frase più familiare, o un testo, “Contemplando saremo” cosa? “…trasformati”.“…trasformati a somiglianza di ciò che contempliamo (ST 31 Marzo 1887 par. 12}E’ una verità basata sul testo fondamentale di questo seminario, 2 Corinzi 3:18 “E noi tutti contemplando a faccia scoperta, contemplando come in uno specchio la gloria del Signore, siamo trasformati nella stessa immagine, di gloria in gloria, come per lo Spirito del Signore”. Alla luce di questo fatto, dobbiamo decidere con Davide se “non mettere davanti ai miei occhi alcuna cosa malvagia” (Salmi 101:3).

Ma miei cari amici, se davvero vogliamo sperimentare un risveglio come popolo… E vogliamo sperimentare un risveglio come popolo, vero? (Amen) Se davvero vogliamo sperimentare un risveglio come popolo… non solo dobbiamo decidere di non mettere davanti agli occhi alcuna cosa malvagia, ma dobbiamo fare un passo ulteriore. Salmi 119:37 “Distogli i miei occhi dalle cose vane e vivificami nelle tue vie”. Ho sentito un “amen”? (Amen) Volete essere vivificati? (Sì). Allora voi, mediante la grazia di Dio, dovete decidere non solo di non mettere alcuna cosa malvagia davanti agli occhi,ma dovete decidere anche di distogliere gli occhi da cosa? Dalle cose vane. E miei cari amici, il tema che devo affrontare se non maligno, è almeno quasi senza eccezioni, vano.

Di cosa devo parlare? Della TV, dei video, ora dei DVD, dei film, dei videogame, della musica, sì ma soprattutto della TV, dei DVD e dei film.

Miei cari amici, eravamo… Cari alcuni di voi se lo ricorderanno. Eravamo un popolo che non andava al cinema. Eravamo così, eravamo famosi per questo. Ricordo da bambino, quando stavo viaggiando su una barca andavo in missione coi miei genitori, uno dei marinai mi chiese cosa facessi per divertirmi. E quando scoprì che non ballavo, non andavo alle feste, non andavo al cinema, ricordo che fu assolutamente sconvolto. Disse: “Amico, non ti diverti per nulla, vero?”. Eravamo un popolo che semplicemente non andava al cinema. Ora è un’eccezione rara da trovare un Avventista del Settimo Giorno che non va al cinema.

Cosa è successo? Beh, il diavolo ha messo in atto un trucco incredibilmente sottile. E’ riuscito a inventare il cinema che si poteva portare nei salotti. Si chiama TV. E per molti di voi, con il colore dei capelli come i miei, è stata inventata nel corso della loro vita. E molti di noi non ne presero una, ma molti sì. Noi non ne avevamo una perché eravamo in missione sul campo ma quando tornammo a casa a Furlough, ne prendemmo una, in bianco e nero, me lo ricordo molto bene. E immediatamente ne fui conquistato, ammaliato dalla TV. Vedete, cari miei, il motivo per cui parlo così animatamente di questo tema, lasciate che ve lo dica in faccia con onestà, è perché vengo da una dipendenza. Sono un ex dipendente da TV, video e film. Odio confessarlo, ma devo. E so in prima persona di cosa parlo e dell’effetto devastante di questo tipo di dieta mentale sull’esperienza cristiana di qualcuno. E da molto giovane sono diventato dipendente dalla TV. Quando ero a casa dei miei genitori, il mio menu televisivo era monitorato molto rigidamente. Ma ovviamente non ero sempre a casa dei miei genitori. E quel desiderio che si andava rafforzando e quella dipendenza che si stava creando doveva essere nutrita. E ho scoperto che c’erano cose eccitanti da guardare quando non ero sotto l’occhio vigile dei miei genitori, e aveva un effetto sempre più negativo su di me.

Non sono il solo. Ci sono molti di voi che hanno forse avuto esperienze simili. Con il passare del tempo, con la nuova generazione, e sempre più avventisti con la TV in salotto, non appena il sole calava il Sabato sera, e si tiravano fuori i popcorn e si accendeva la TV per vedere i film del sabato sera, molti giovani hanno iniziato a chiedere: “Beh, se va bene guardarla qui, perché non va bene guardarla lì, al cinema?”. E noi abbiamo tentennato e ci siamo schiariti la voce e abbiamo detto: “Beh, c’è una brutta atmosfera al cinema: si fuma e c’è brutta gente e…”. E abbiamo perso di vista il punto focale, e qual è il punto? “Contemplando saremo trasformati”.Non importa dove si contempla, sarete trasformati a somiglianza di ciò che contemplate.E miei cari amici, quei ragazzi razionali hanno deciso che se andava bene guardarla in salotto, doveva andare bene anche guardarla al cinema. E ora, lo fanno praticamente tutti, lo fanno praticamente tutti . E non solo ora si guarda la TV, ci sono anche i lettori DVD, e continuiamo a finanziare il business dei noleggi prendendo DVD e mettendoli su per guardarli.

Domanda: se nutriamo le nostre menti con quel tipo di dieta mentale, da quale menu ci stiamo nutrendo? Dal menu che abbiamo avuto quando abbiamo chiesto all’uomo carnale cosa gli piacesse? O dal menu che abbiamo stilato quando abbiamo chiesto all’uomo spirituale cosa gli piacesse? Quale menu? Quale menu? Sapete che è quello carnale. Sapete che è carnale, nessuna persona razionale può ribattere. Se avete avuto qualche esitazione dovete farvi questa domanda: qual è lo scopo finale della produzione televisiva e dei video? Della produzione cinematografica? Fare soldi, giusto? Ora, se volete che la gente paghi per guardare quello che avete prodotto, dovete produrre qualcosa che piacerà. Ci siamo tutti? Voglio dire, è abbastanza chiaro. Allora servirete quello che c’è sul menu spirituale? “La mente controllata dalla carne”cosa? “è inimicizia contro Dio”, (Rom 8:7)quindi qualsiasi cosa spirituale sarà qualcosa che farà passare ogni entusiasmo. E sicuramente non compreranno un biglietto per vederla. E se lo mettete in TV, dimenticatevi le classifiche della Nielsen. Non sarete in grado di vendere pubblicità perché non ci sarà nessuno a guardarla. Quindi cosa dovete fare? Dovete offrire alla maggioranza della massa di questa popolazione non convertita quello che desidera per natura, che è la spazzatura carnale: quello che soddisfa la concupiscenza della carne, e le concupiscenze degli occhi e l’orgoglio della vita (1 Gv 2:16).

E miei cari amici, se voi ed io, ascoltatemi, se voi ed io siamo seduti davanti a quegli schermi nutrendo la mente con quel tipo di roba stiamo, per legge, trasformando i nostri caratteri in qualcosa di controllato dalla carne. “Siete quello che mangiate”. Si diventa come ciò che si contempla, è una legge. Funziona che vi piaccia o meno, che ci crediate o no. Diventate come ciò che contemplate, non c’è via di fuga. E se nutriamo la mente con questo tipo di dieta mentale, sicuramente , molto probabilmente non saremo trasformati di gloria in gloria (2 Cor 3:18).saremo trasformati di degrado in degrado, a somiglianza del carattere di Satana, mentre per tutto il tempo manterremo una bella facciata, la routine dei sepolcri imbiancati (Mt 23:27).

Devo leggervi un’affermazione. La prenderemo frase per frase, perché è così profonda. Lo Spirito di Profezia ci da sempre così tanti consigli sulla TV, sui video e i film. Direte: “E’ impossibile, è morta molto prima che fosse inventata”.Beh, sì, è vero, ma i consigli che da sul divertimento a teatrosi applicano direttamente. Avete sentito ciò che ho detto? Si applicano direttamente e nessuno può ribattere con intelligenza. Capite, il divertimento a teatro ai suoi tempi era una versione relativamente benevola e neofita di quella che è diventata un’arte e una scienza sofisticata nell’arsenale del diavolo contro il popolo di Dio. Ascoltate questa affermazione, si trova in “Adventist Home” (La famiglia avventista”NdT) pagina 516: “Nel nostro paese non c’è influenza più potente per avvelenare l’immaginazione…del divertimento a teatro”.Miei cari amici, per favore cercate di capire che non stiamo parlando di una delle varie influenze negative. Ce ne sono varie, ma questa è speciale. Questa è l’arma più potente dell’arsenale del diavolo. Questa è il numero? Uno. Ecco perché ne devo parlare. “Nel nostro paese non c’è influenza più potente per avvelenare l’immaginazione…del divertimento a teatro”.Pausa: cos’è l’immaginazione? Ricordate, il cristiano ha un dovere. Deve controllare i pensieri e le fantasie. (AH 334.4).Ricordate, l’abbiamo già studiato. Cos’è l’immaginazione? L’immaginazione è la revisione creativa di immagini precedentemente registrate nella mente. Avete colto? Voglio ripeterlo. Cos’è l’immaginazione? E’ la revisione creativa di immagini precedentemente registrate nella mente. Capite, la mente è una banca dati incredibile. E tutto quello che mettete nella mente attraverso i sensi, viene registrato permanentemente. Viene cosa? Registrato permanentemente. Ora, stiamo finendo l’energia elettrica, quindi non possiamo riprendere tutto. Non riprendiamo tutto, ma è tutto lì. È tutto lì. Hanno fatto studi neurologici che sono affascinanti, in cui fanno affondare una sonda elettronica in una porzione della memoria del cervello e danno degli stimoli leggeri. E in questo modo riescono a farvi ricordare delle cose che sono successe nel passato remoto fino al minimo dettaglio. Si chiama flusso di coscienza. E’ come se le riviveste di nuovo. E’ tutto registrato, è tutto lì, tutto lì.

Chi pensate che lo sappia? Satana. E miei cari amici, è assolutamente entusiasta di cercare di avvelenare le menti immagazzinando ogni genere di spazzatura carnale, mondana nella banca dati e di conseguenza, avvelenare l’immaginazione, danneggiarla. Oh, cosa farei, cosa darei per essere in grado di entrare e cancellare alcune di quelle registrazioni, ma non posso. Sono registrate in modo permanente. Non so voi, ma ci sono volte in cui il nemico mi tenta nella memoria e solo nella memoria. Vi è mai successo? Succede nei posti più inappropriati e nei momenti più inaspettati. Magari siete in chiesa e improvvisamente vi viene in mente un’immagine, e siete attratti e sedotti (Giacomo 1:14). Oh, cosa darei per cancellare alcune di quelle registrazioni. Ma non posso, sono registrate per sempre. Ma grazie a Dio, e per amore di Cristo, sto imparando sempre più istantaneamente e coerentemente, nel primo istante in cui l’immagine compare sullo schermo consapevole dalla mia vita mentale a dire: “No, io scelgo Gesù”. E nessuno in questa stanza sa quante volte quest’uomo deve farlo avendo collaborato col nemico per così tanti anni a buttare spazzatura nella mente. Sono davvero onesto e candido con voi. Mi sto esponendo, ma alcuni di voi si identificheranno.

Miei cari amici, ascoltatemi: chi è responsabile per come viene programmata la banca dati nella vita dei nostri figli prima che siano abbastanza grandi e saggi da prendere decisioni sagge? Chi è responsabile? I genitori, noi lo siamo. Rabbrividisco per i genitori che nel Giorno del Giudizio dovranno scoprire che i loro figli non sono cittadini adatti al cielo perché li hanno cresciuti davanti alla TV, perché è un’ottima e comoda babysitter. Fratelli, sorelle, il livello di spazzatura che raggiunge per i bambini di questi tempi è davvero spaventoso. I cartoni animati sono apertamente demoniaci e orribilmente violenti. I cartoni animati per bambini! E il nemico sta preparando una generazione che sarà assolutamente priva di tracce di compassione. E saranno pronti a andare a caccia dei loro compagni-uomini come fossero animali e a ucciderli senza nemmeno un barlume di rimorso e sappiamo dalla profezia che succederà così (Apocalisse 6:11, 5T 451.2). Il diavolo deve fare un bel lavoro con la psiche umana prima di portare la gente a un livello tale per farlo.

Sapete, al tempo della Prima Guerra Mondiale, hanno dovuto lavorare sodo per fare in modo che i nostri ragazzi potessero persino prendere in considerazione l’idea di sparare a qualcuno. Avevano un’avversione naturale a farlo, come ogni essere umano che ha le tracce dell’immagine di Dio, un’avversione naturale. Quindi che cosa dovettero fare? Dovettero addestrarli e addestrarli e addestrarli a prendere in considerazione persino l’idea di tirare il grilletto e togliere la vita a un altro essere umano. Nella Seconda Guerra Mondiale è stato molto più semplice, qualcosa era cambiato. Ma fu ancora dura. Poi arrivò il Vietnam e fu più semplice. E svilupparono quei videogiochi in cui si sparava davvero alla gente nella realtà virtuale. Tra l’altro, ho parlato con uno degli uomini, un sergente in pensione che fu coinvolto nell’addestramento. Mi ha detto: “Sai, Steve, i videogiochi che hanno ora sono molto più espliciti, violenti e realistici della roba che usavamo per addestrare i soldati ad andare ad ammazzare il nemico”.E oggi è difficile spingere un uomo a prendere una pistola e a sparare a qualcuno? No, vogliono farlo. In realtà ci sono mercenari che vanno in giro per il mondo alla ricerca di eserciti in cui entrare per poter uccidere qualcuno.

Vedete quello che ha fatto il nemico alla natura umana, attraverso questo medium? E praticamente tutti i videogiochi sono ossessionati con il caos e la violenza, con l’inflizione di dolore e sofferenza. E più il ritratto della sofferenza è realistico e più il gioco diventa popolare. Se riuscite a spiaccicare sangue e parti del corpo ovunque potete vendere miliardi. Siamo diventati satanici nel carattere con questo processo di addestramento graduale e si inizia con Johnny che guarda i cartoni animati davanti alla TV. Se pensate che stia esagerando, per favore pensateci ancora. Avete la testa nella sabbia se non vi rendete conto di quello che sta succedendo. E’ assolutamente spaventoso.

La cosa che mi fa arrabbiare, e penso che sia indignazione giustificata, è che i produttori di questo tipo di spazzatura hanno l’audacia di dirci che non hanno un’influenza negativa su quelli che li guardano. Non influenzano il comportamento. E poi, e poi si girano e dicono ai produttori: “Ehi, ascolta, vi daremo cinque secondi per mettere una pubblicità in questo programma, e potete in cinque secondi influenzare il comportamento di una persona e con la vostra pubblicità fare in modo che comprino il vostro prodotto”. E poi hanno l’audacia di dirci che il resto del programma non influenza il carattere di nessuno. E’ un po’ incoerente, no? Quanto pensano che siamo stupidi? Quanto siamo stupidi?

Miei cari amici, poco fa ho notato che mentre passavo davanti a un parco giochi di una scuola elementare tutti si tiravano calci l’un l’altro, si tiravano calci. E c’erano dottori che dovevano aggiustare le loro ginocchia rotte. Mi sono chiesto cosa stesse succedendo. E ho scoperto che “Le Tartarughe Ninja” era la hit del momento e evidentemente le tartarughe ninja tirano calci. influenza il comportamento in modo diretto e radicale soprattutto il comportamento dei bambini. Ma non pensate che non influenzi il vostro.

Amici, The Adventist Home, pagina 408: “Questa è un’epoca in cui la corruzione abbonda ovunque. La concupiscenza degli occhi e le passioni corrotte aumentano contemplando e leggendo. Il cuore è corrotto dall’immaginazione”. “Il cuore è corrotto da”cosa? “dall’immaginazione”,e cosa abbiamo appena letto? “Nel nostro paese non c’è influenza più potente per avvelenare l’immaginazione del divertimento a teatro”.Mettete insieme queste cose? “Il cuore è corrotto dall’immaginazione. La mente si compiace nel contemplare le scene che risvegliano le passioni più basse e basiche. Queste immagini vili, viste attraverso l’immaginazione contaminata, corrompono la morale e preparano gli esseri delusi e infatuati a dare libero sfogo alle passioni lussuriose. Poi seguono i peccati e i crimini che trascinano gli esseri formati a immagine di Dio al livello delle bestie, che affondano alla fine nella perdizione”. Oh, che affermazione forte, ma non è per nulla esagerata. Per nulla. E il comportamento incredibilmente violento e criminale che è manifestato oggi nella società è il risultato diretto di avere menti programmati dalla TV, dai video e dai film. Il risultato diretto.

La seconda cosa che fa il divertimento a teatro: Adventist Home, pagina 516di nuovo: “Nel nostro paese non c’è influenza più potente per avvelenare l’immaginazione per distruggere le impressioni religiose…del divertimento a teatro”.Le impressioni religiose. Cosa sono le impressioni religiose? Ricordate il nostro studio sulla parola: “khar ak tare”? (L08, p.8).E’ quello che viene impresso nelle nostre menti a causa e il risultato diretto, delle nostre abitudini di pensiero e sentimento. Siete con me? Che cosa sta cercando di imprimere Gesù, attraverso il piano di salvezza, col Suo Spirito, sulle nostre menti? Lo spirito e la legge dell’amore. Non è la promessa del nuovo patto? Ebrei 8:10. “Questo è il patto che farò con la casa di Israele dopo quei giorni” dice il Signore: Io metterò le mie leggi nelle loro menti, le scriverò sui loro cuori, e sarò il loro Dio, ed essi saranno il mio popolo”.Ma miei cari amici, il modo più efficace in cui il diavolo è riuscito a distruggere l’incisione della legge di Dio sulle tavole di carne dei nostri cuori è il divertimento a teatro. “Nel nostro paese non c’è influenza più potente per distruggere le impressioni religiose del divertimento a teatro”.Nessuna, è la numero 1. Se vi esponete a questo tipo di dieta mentale, ricevete un’influenza potente e negativa e la imprimete nella vostra mente.

Messaggio ai giovani, pagina 97: “L’uomo ‘come pensa nell’animo suo così egli è (Proverbi 23:7). Dobbiamo controllare i nostri pensieri con estrema attenzione, perché anche un solo pensiero impuro è sufficiente per lasciare un segno profondo nel nostro cuore. Ogni pensiero cattivo lascia un’impronta negativa nella nostra mente”.Miei cari amici, il tipo di materiale che passa su questi schermi, tende a incoraggiare pensieri maligni? Sapete che è così. Sapete che è così. E un solo pensiero impuro è sufficiente per lasciare un segno profondo.

C’è un’altra preoccupazione.Adventist Home, pagina 516 di nuovo: “Nel nostro paese non c’è influenza più potente per avvelenare l’immaginazione, per distruggere le impressioni religiose, e per spegnere l’entusiasmo per i piaceri tranquilli e le realtà sobrie della vita del divertimento a teatro”.“…per spegnere l’entusiasmo per i piaceri tranquilli e le realtà sobrie della vita del divertimento a teatro”. Avete notato quanto le generazioni più giovani si annoino velocemente di questi tempi? Quanto velocemente siano pronte a pronunciare il verdetto: “Che noia”.Perché è noioso? Perché paragonata alla roba incredibilmente eccitante e stimolante di cui nutrono la mente davanti agli schermi, sì, la vita reale è piuttosto monotona e noiosa. Amici miei, se nutriamo la tavolozza della mente con questo cibo mentale incredibilmente speziato e stimolante, che possibilità abbiamo di desiderare davvero il Pane di Vita semplice e solido, la Parola di Dio? Che possibilità c’è? Forza, ditemi, che possibilità c’è? Non ce n’è nessuna, nessuna! E proprio qui c’è il motivo per il quale come popolo non siamo più gli studiosi della Parola che eravamo una volta. (Amen). Lo ammettete con me? (Amen). Abbiamo una mente così stimolata da non avere fame e sete in nessun modo della Parola di Dio. E al massimo, stringiamo i denti e ci sforziamo per 15 minuti al mattino di ingoiare del cibo spirituale perché è nostro dovere. Ma non ci piace e non ci nutriamo.

Miei cari amici, se come popolo vogliamo essere pronti per Gesù che viene, se come popolo vogliamo essere in grado di aiutare gli altri ad essere pronti, nel frattempo per Gesù che viene dobbiamo togliere l’altare di Satana dai nostri salotti e rimpiazzarlo con l’altare di Dio. (Amen). Dobbiamo farlo. Non possiamo nutrirci di questo tipo di dieta mentale e avere la speranza di formare un carattere che sia a somiglianza, un carattere simile a Cristo. Nessuna. Non c’è nessuna speranza. Per favore, sappiatelo.

Messaggio ai Giovani, pagina 194: “Ma molti non possiedono una chiara comprensione della verità così come la si ottiene in Gesù”.Perché? “Essi si dilettano con storie sensazionali”.Miei cari amici, lo scriveva quando era solo bianco e nero su un foglio. L’effetto è molto più forte di quando è a colori e prodotto da Hollywood. E’ molto più stimolante e sensazionale. “Essi si dilettano con storie sensazionali. Vivono in un mondo irreale senza essere capaci di affrontare i doveri pratici della vita… Appaiono inquieti e persi nelle loro fantasie, senza essere in grado di sostenere una conversazione, se non su argomenti banali. Le loro facoltà più nobili, quelle preordinate alle attività superiori, si sono abbassate a trattare di tematiche insignificanti, per non dire peggio. Si sono accontentati di letture di scarso valore, e non hanno la forza di maturare. I pensieri e le conversazioni su argomenti religiosi ormai non suscitano più interesse. Il loro nutrimento intellettuale ha un effetto negativo e ispira pensieri impuri e sensuali. Io provo una viva compassione per certe persone quando penso a cià che perdono trascurando le occasioni di imparare a conoscere Cristo, nel quale sono concentrate tutte le nostre esperienze di vita eterna. Quanto tempo prezioso viene sprecato mentre potrebbe essere utilizzato studiando il Modello di vera bontà”.

Miei cari amici, anche se, anche se l’influenza dei programmi televisivi fosse completamente neutrale, cosa che non è, ma anche se fosse completamente neutrale, ancora insisto che sarebbe una maledizione semplicemente per il tempo che ci allontana dalla contemplazione di Gesù. Sapete cosa credo con tutto il cuore? Credo con tutto il cuore che se come popolo avessimo passato lo stesso tempo contemplando Cristo e studiando la Sua vita come è data nelle Scritture, che passiamo davanti agli schermi, saremmo nel Regno già da molto tempo. (Amen). Saremmo nel Regno già da molto tempo. Per quanto tempo ritarderemo il ritorno del nostro Signore? Voglio farvi onestamente questa domanda.

Adventist Home, pagina 416.Onestamente. “…riflettete sull’influenza che le storie eccitanti hanno sulla mente! Si può dopo una lettura del genere”-o una visione, in questo caso- “…aprire la Parola di Dio e leggere le Parole di vita con interesse?”.Si può? No. “Non trovate il libro di Dio poco interessante? Il fascino di quella storia d’amore sulla mente distrugge il suo aspetto salutare e vi impossibilita a fissare la mente sulle verità importanti e solenni che preoccupano i vostri interessi eterni. Voi…peccate contro Dio usando il tempo in questo modo che dovrebbe essere speso adorandoLo. …Ho un messaggio per voi. Ora state decidendo il vostro destino futuro, e la formazione del carattere è una cosa che vi escluderà dal Cielo di Dio”.

Miei cari amici, è diretto, lo so e potrei offendervi. Ma devo dirvelo così com’è. Stiamo decidendo il nostro destino scegliendo come nutrire la mente. E se scegliamo di nutrire la mente con questa spazzatura carnale, scegliamo di non essere pronti quando verrà Gesù. Vi ho preavvertito che mi sarei angosciato e irritato parlando di questo, amici miei, ma lo faccio perché amo questa chiesa e voglio tantissimo che sorga e risplenda (Is 60:1),in modo che il nostro compito finisca e Gesù possa venire. Ma non lo faremo mai se continuiamo a contemplare questo mondo e le cose di questo mondo. Non lo faremo mai. Dobbiamo diventare lune piene, ma il solo modo per essere lune piene è riflettendo la luce del sole, e abbiamo permesso al mondo di eclissare completamente la luce del sole. E siamo nelle tenebre con il mondo, di conseguenza. Dio ci aiuti. Ho sentito un “amen”? (Amen).

Non solo non riflettiamo nessuna luce, ma sentite qui e per favore, state in guardia. Contemplando l’oscurità morale che viene da questi schermi, alla fine non vedremo più la luce. 1 Gv 2:11 “…le tenebre hanno accecato i suoi occhi”. Ricordo uno studio, uno studio affascinante, fatto sulla vita animale in una caverna profonda che non aveva assolutamente luce all’interno. E c’erano delle lucertole nella caverna. La loro controparte, fuori, correva in giro vedendo tutto, ma quelle che erano state nelle tenebre dove non c’era luce erano assolutamente cieche, non riuscivano a vedere nulla. Miei cari amici, ci sono tenebre tremende in questi schermi e se voi ed io esponiamo la nostra mente a queste tenebre, ci renderemo incapaci, alla fine, persino di vedere la bellissima luce che brilla dal volto di Gesù. Per favore sappiatelo. Egli è venuto per rivelare la luce della gloria di Dio nel Suo volto, ma se rivolgete gli occhi sulle cose di questo mondo e il volto di Gesù diventa sempre più sbiadito, alla fine non vedrete per nulla la luce- non riuscirete. E è uno stato senza speranza.

Con Gesù sul Monte delle Beatitudini, pagina 109: “Questa legge vale sia per la realtà spirituale sia per quella fisica. Chi rimane al buio per troppo tempo finisce per perdere la capacità di vedere. Diventa prigioniero di un’ombra più fitta di quella della notte; e anche il sole di mezzogiorno lo lascerà indifferente. E’ nelle tenebre, cammina nelle tenebre, e non sa dove va, perché le tenebre hanno accecato i suoi occhi (1 Gv 2:11). Persistendo nel male, e ascoltando con indifferenza i richiami divini, il peccatore perde il desiderio di fare il bene, di essere in contatto con Dio, e quindi anche la facoltà di ricevere il Suo Spirito. L’invito di Dio, in tutta la sua misericordia, esprime sempre il suo amore, la luce brilla intorno a lui con la stessa intensità con cui si era manifestata la prima volta, ma la sua voce risuona per orecchie sorde e la luce splende per occhi ciechi”.E’ una condizione spaventosa in cui mettersi, amici miei. E’ una condizione senza speranza. La luce brilla ancora, ma siamo completamente ciechi, completamente ciechi.

C’è qualcos’altro da cui voglio mettervi in guardia riguardo al nutrimento preso da questi schermi. Più lo fate, più vorrete farlo, fino a che ne diventerete dipendenti. Adventist Home,ancora pagina 516: “Nel nostro paese non c’è influenza più potente per avvelenare l’immaginazione, per distruggere le impressioni religiose, e per far sbiadire i piaceri tranquilli e le realtà sobrie della vita del divertimento a teatro. L’amore per queste scene aumenta ogni volta che cediamo come il desiderio per una bibita intossicante si rafforza con l’uso”.E so che è vero per esperienza personale. Ero completamente dipendente, dipendente da TV, video e film come molti alcolisti lo sono dalla bottiglia. Ma grazie a Dio Egli mi ha liberato da questa dipendenza, e ora sono dipendente da Gesù e dallo studio della Sua Parola.

Amici, ci sono altre cose che fa la TV che devo accennarvi. Non ci sono mezzi più efficaci di questi media per renderci esseri umani passivi e insensibili. Come funziona? Pensateci con me. Dio ci ha dato gli occhi per vedere i bisogni umani, di solito in un contesto in cui potremmo andare e fare qualcosa per soddisfarli. Giusto? Ma la televisione è un’esposizione artificiale al bisogno umano. E’ in un contesto in cui non possiamo far nulla per soddisfarlo. Quindi a cosa vi allenate? A guardare il bisogno umano e a non fare nulla. E persino le notizie lo possono fare. Guardate i biafrani che muoiono di fame, mentre vi riempite la bocca di popcorn. E vi allenate non solo a non fare nulla, ma a sentirvi a vostro agio nel non far nulla. E qual è il risultato? Beh, ne leggete sui giornali: crimini efferati commessi alla luce del giorno, povere vittime che soffrono di terribili abusi e tutte le persone sono lì a guardare e nessuno alza un dito per aiutare le vittime. E vi chiedete: “Come è possibile stare lì a guardare?”.Risposta: siamo stati abituati a farlo di volta in volta, ogni volta in salotto quando guardiamo la sofferenza delle vittime.

E non solo si arriva a un punto in cui non si ha nessuno stimolo ad andare ad aiutare, ma si arriva addirittura a un punto in cui si prova un piacere surrogato e malato nel vedere le vittime che soffrono. E se pensate che sia andato troppo oltre, dovete pensarci di nuovo. Perché pensate che la gente paghi per vedere i ritratti più espliciti del dolore umano se non gli piace? Capite quanto Satana ci ha resi satanici nel carattere attraverso questi media? Lo capite? E miei cari amici, se ci sediamo davanti allo schermo collaboriamo con lui a formare un carattere a somiglianza satanica. Dovete saperlo tutti. Per favore, sappiatelo! Non giocate con questo tema. Dovete fare una scelta, vi sto dicendo la verità. E il Suo spirito testimonia al vostro spirito che quello che state ascoltando è vero. (amen). Nessuno qui può razionalmente argomentare contro queste cose che ho condiviso con voi. Nessuno. E dovete prendere una decisione su questa base. Dovete fare delle scelte, nessuno le farà per voi. Dovete fare delle scelte da soli. Quanto a me e alla mia casa (Giosuè 24:15), io non oso avere una TV a casa. Chiamatemi radicale, chiamatemi fanatico, chiamatemi come volete. E’ semplicemente come dovrebbe essere, non mi fido ad averne una.

Ora, ammetto che vengo da una dipendenza. Chiedete ad un alcolista sarebbe da pazzi se avesse un angolo bar in salotto e lo rifornisse. No? Quindi io non posso averne una. Ora, conosco persone che hanno una TV e la guardano solo se davvero c’è della roba che vale la pena. E c’è…riconosco che ci sono delle cose che vale la pena guardare -poche cose che vale la pena guardare. Ma per quest’uomo, non vale la pena averla come tentazione costante solo per il gusto di quelle poche cose che vale la pena guardare. Non ne vale la pena. E inoltre, anche con le cose migliori, posso sempre fare qualcosa di meglio del mio tempo che guardarle.

Alcuni di voi diranno: “Beh, cosa dici di 3 ABN e di Hopechannel?”.Beh, è grandioso. È tutto quello che guardate? Se è così, allora lode a Dio! Ma state attenti. Assicuratevi di non procurarvi tutto il cibo spirituale di seconda mano. Non accontentatevi di prenderlo dagli altri, aprite voi stessi il libro. Il meglio che gli altri possono fare è darvi degli spunti che possano aiutarvi nel vostro studio personale. E’ molto facile fare i pigri anche nell’esperienza cristiana, e farci imboccare col cucchiaio degli omogeneizzati da queste stazioni TV cristiane. Attenti alla trappola. Amici miei, voglio stimolarvi, per amore vostro e per amore di Cristo, a pensare seriamente a queste cose, e a prendere delle decisioni. Potremmo anche semplicemente argomentare contro la TV sulla base delle facoltà psicologiche e mentali. Ci sono psichiatri che hanno fatto studi affascinanti che hanno portato alla conclusione che guardare la TV sia probabilmente il modo più efficace per farvi diventare pensatori superficiali, non analitici. Perché? Perché ricevete informazioni così in fretta, da essere obbligati ad assumerle senza fare nessuna analisi. Tra l’altro, il diavolo lo sa benissimo. Ama superare le vostre guardie e difese razionali riversando informazioni così in fretta da andare dritto al cuore del vostro essere e vengono registrate in modo permanente. E sono arrivato al punto, ed è la mia esperienza a scuola, in cui guardando i miei studenti, capisco chi guarda tanta TV, solo guardandoli in viso. Quello sguardo fisso sulla TV. Mi guardano dritto, ma ovviamente non c’è nessuna attività cognitiva.

Un’altra cosa che fa è che favorisce la smemoratezza. Perché? Beh, avete tutte queste informazioni e nonostante questo dovete stare ancora seduti a guardare un altro programma. Quindi, cosa dovete fare con quell’enorme carico di informazioni? Dovete cercare di dimenticarlo, così da poter immagazzinare nuove cose. E miei cari amici, ecco perché così tanti di noi possono stare seduti a sentire un sermone o una lettura e uscire dalla porta e dimenticarsene. Per favore, pensate a quello che fate! E prendete le decisioni appropriate. Abbiamo bisogno di un risveglio come popolo (LDE 189.1).Ho sentito un “amen”? (Amen). Come lo faremo? “Distogli i miei occhi dalle cose vane e vivificami nelle tue vie”. (Salmi 119:37)

Perché siamo così tiepidi? Ve lo dico io. Bible Commentary (Commentario alla Bibbia, NdT), volume 6, pagina 1097: “I cristiani dichiarati si tengono troppo vicini ai punti bassi della terra. Gli occhi sono allenati a vedere solo cose comuni, e le menti dimorano in ciò che i loro occhi contemplano. La loro esperienza religiosa è spesso superficiale e insoddisfacente e le parole sono leggere e vane. Come possono riflettere l’immagine di Cristo? Come possono essere mandati avanti per portare i raggi del Sole di Giustizia nei punti oscuri della terra? Essere cristiani vuol dire essere simili a Cristo”.Ho sentito un “amen”? (Amen). Cari compagni laodicei tiepidi, dobbiamo sorgere e splendere (Is 60:1),ma se vogliamo farlo dobbiamo contemplare la gloria del Signore (ST, 4 marzo 1897, par. 16)amen? (Amen). Dobbiamo distogliere gli occhi da tutte le cose che il diavolo ha ideato per distrarre la nostra attenzione da dove dovrebbe essere, e dobbiamo rivolgere gli occhi a Gesù (Amen).

Il titolo del nostro prossimo studio, e dovete tornare domani mattina, è “Tenendo gli occhi su Gesù” (Ebrei 12:2)(Amen). Ci alziamo per pregare?

Oh, Padre nei cieli, per favore convincici, convincici e convertici se abbiamo bisogno di essere spinti e convinti e convertiti su questo argomento. Per favore, Signore, per amore di Cristo e per amore nostro, fa’ che smettiamo di collaborare con Satana a formare un carattere a somiglianza satanica e impariamo a collaborare con lo Spirito Santo a formare un carattere simile a Cristo. Fa’ che distogliamo gli occhi dalle cose empie e vane e fissiamo gli occhi su Gesù. 01:Questa è la mia preghiera nel Suo nome. Amen. 01:Dio vi benedica, amici, grazie mille.


Se desideri, puoi far scorrere la trascrizione e leggerla mentre guardi il video. Se interrompi il tuo studio ad un dato minuto e hai perso il punto della trascrizione, digita semplicemente con il CTRL-F (APPLE-F) le ultime parole sentite. La ricerca ti porterà esattamente in quel punto.

0

Your Cart